Villaggio della Sostenibilità - Bagnara di Nocera Umbra (PG)

Sei qui: Home Università agraria
Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    Questo sito web utilizza solo cookie tecnici al fine di migliorarne la fruibilità, senza profilazione dell'utenza. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per avere più informazioni vi invitiamo a prendere visione della nostra informativa sui cookie nella pagina Note legali.

    Vedi informativa estesa

Università agraria

PDF  Stampa  E-mail 

L'Università Agraria di Bagnara è un'associazione di origine privata formatasi nel periodo dei comuni italiani (alto Medio Evo), durante tale periodo non vi era coincdenza fra Comune e Popolo, il Comune, infatti, rappresentava il prevalere di alcune classi sociali, che si organizzavano per la tutela dei propri interessi.

Fu soltanto nell'ultima fase, quando i Comuni stavano scomparendo assorbiti dalle Signorie che il popolo potè entrare a far parte della vita comunale, tuttavia i facoltosi ed i possidenti, che avevano in mano l'amministrazione del comune rurale, preferirono mantenersi separati dal resto della popolazione, costituendosi in associazioni chiamate Università di Possidenti od Università di originari.
L'Università era gestita e costituita in base a determinati statuti che ne stabilivano l'origine privata e possedeva diversi beni detti "BONA COMUNALIA" che nessuno dei facenti parte dell'Università poteva vendere od alienare a forestieri senza l'approvazione espressa di tutti i membri della stessa.
L'Università era costituita da dodici nuclei originari (famiglie o stripi che avevano creato l'Università) che ne costituivano la fondazione, tali origini si mantennero inalterate nella forma e nella gestione fino alla promulgazione della legge 397 del 4 Agosto del 1894 a seguito della quale vengono affrancate, nel 1896, all'università di bagnara alcune terre appartenenti al comune di Nocera Umbra.
Dal 1896 in poi l'Università inizia a gestire oltre alle proprie cose private anche le cose pubbliche, l'anno 1896 segna quindi un punto di transizione nella costituzione interna dell'associazione, per tal motivo sempre nello stesso anno venne convocata un'assemblea, a cui parteciparono i capi famiglia delle dodici stirpi originarie, per redarre un regaolamento a salvaguardia dei diritti dei dominii acquisiti precedentemente, che sanciva che la funzione amministrativa delle terre poteva essere svolta solamente dai discendenti delle dodici stirpi.
Solo nel 1929 a seguito di una causa tra l'Università ed un cittadino anche gli utenti semplici acquisirono il diritto all'amministrazione.

L'Università Agraria attualmente si governa con lo Statuto - Regolamento dell'Università Agraria di Bagnara approvato con determinazione dirigenziale N°2661 dalla Giunta della Regione Umbria il 29-03-2001 e con le norme della legge N°1766 del 16-06-1927.

Patrono dell'Università è S.Ubaldo, Vescovo di Gubbio, la cui festa si celebra il 16 Maggio.

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 22 Ottobre 2010 16:12 )